3 agosto 2010

Giornata al Passo Oclini

Lo scorso weekend abbiamo accompagnato la nonna Ma-Angela in montagna.

Siamo partiti venerdì sera e, dopo una bella dormita, abbiamo voluto sfruttare a pieno la splendida giornata che ci si è presentata davanti appena svegli sabato mattina.

Ci siamo armati di zainetti e siamo partiti alla volta del Passo Oclini.

Partendo da
Tesero, si prende la strada che sale verso Passo Lavazè e si continua verso Passo Oclini.

Una volta arrivati, abbiamo lasciato la macchina al grande parcheggio e ci siamo incamminati per il grande sentiero di sassi bianchi largo e pianeggiante, comodissimo anche col passeggino.

Siamo circondati da una parte dal Corno Nero e dall'altra dal Corno Bianco. All'inizio del sentiero c'è un albergo in cui fin dal 1868 vengono effettuati i bagni di fieno, un toccasana per la buona salute delle ossa. Prima di partire però è stato inevitabile un bel giro sullo scivolo creato direttamente sulla montagna. Le mucche ci hanno accompagnato per quasi tutto il tragitto e con alcune abbiamo anche fatto amicizia! Un po' a piedi dando la manina alla nonna e un po' sul passeggino, abbiamo raggiunto la malga dove ci siamo fermati a mangiare polenta con formaggio fuso e funghi.

Dopo pranzo abbiamo fatto visita a caprette e vitellini e abbiamo ripreso la via verso il parcheggio, pian pianino, senza fretta.


Siamo arrivati alla base e abbiamo fatto una bella sosta al vicino parco giochi... Tia non era abbastanza stanco.

Non ancora sazi, abbiamo ripreso la macchina per andare a fare merenda con una meravigliosa fortaia... non smetterei mai di mangiarne!

Una volta a casa, il nostro piccolo montanaro ha saltato il suo solito sonnellino pomeridiano e non vedeva l'ora di uscire un'altra volta.

Allora per cena, siamo andati a Cavalese dove abbiamo scoperto, con piacere, che per il dopocena ci aspettava una seratona di musica dal vivo.

Tia ha ballato, corso, riso e urlato con tanti al bimbi altrettanto agitati. Sembrava che la sua energia non si esaurisse mai.

Si è spento solo una volta pigiamato e accolto nel lettone, quando stravolti ci siamo spenti anche noi. Ma dove trovano tutta sta forza questi piccoletti???

7 commenti:

Fede ha detto...

Le fortaie menzionate su wikipedia.. non ci posso credere..

Lizzina ha detto...

Mah... secondo me dovrebbero essere elette patrimonio dell'umanità!

Mammabradipo ha detto...

Fantastico!!! devo metterlo assolutamente nella lista delle cose da fare questo passo, sembra proprio bambinabile! e le fortaie sì, son d'accordo anch'io ad eleggerle patrimonio dell'umanità!

Lizzina ha detto...

Sì sì Mammabradipo, questo passo è più che bambinabile! E poi alla malga dove noi abbiamo pranzato fanno anche le fortaie, quindi c'è anche un'ottima ricompensa per la fatica fatta :)

Una cuccia per gatti e bambini ha detto...

Accompagnare la nonna vi ha dato l'occasione per un week end via!! Evviva!!!! Sembra molto carino il posto e se si ouò usare il passeggino anche comodo! L'ultima volta il papà se l'è portato in spalla nello zainetto per tutto il tempo il piccoletto!!!
Buona notte!!!

chiara71 ha detto...

adoro le passeggiate in montagna e voi avete fatto proprio un bel giro

Lizzina ha detto...

@Roby, sì abbiamo sfruttato la nonna per goderci un po' aria buona :)

@Chiara io amo molto la montagna, soprattutto questi posti che per me hanno anche un valore affettivo

Related Posts with Thumbnails