30 aprile 2010

Andiamo al PinC

A me spiace essermi persa le “puntate” precedenti, ma il progetto è proprio di quelli che piacciono a me!

Picnic, verde, aria aperta oltre ad animazioni e laboratori per grandi e piccini volti ad esaltare varie aree tematiche quali ecologia ambientale, sicurezza, alimentazione, intercultura, salute, benessere e movimento.

Si tratta di un’iniziativa del Comune di Milano per valorizzare le aree verdi della zona: PinC

Una manifestazione itinerante rivolta a tutti per trasformare i parchi milanesi in contenitori naturale di eventi.

Tra gli altri, partecipa all'iniziativa 100% Brumotti. E lo faccio presente per il semplice fatto che, dopo Lady Gaga e Topolino, Tia è diventato grande fan anche di questo scapestrato. Cerca già di emularlo con tricicli e biciclettine... e non vi nascondo che la cosa mi preoccupa un po'. Me lo vedo già andare a scuola in bici saltando da un cornicione all'altro. Mi vengono i brividi....

Ci sarà inoltre una tappa speciale lunga un mese presso il Parco Sempione per vivere nel verde l'esperienza dei Mondiali di Calcio 2010 che, spero, riuscirà ad unire moglie, marito e prole.

Anche se devo ammettere che seguire i Mondiali di Calcio mi piace anche troppo.

29 aprile 2010

Il nostro piccolo orto... un inizio


L'altro giorno abbiamo dato vita al primo pezzo del nostro orto in casa.

Abbiamo comprato una piantina di prezzemolo, una di salvia e una di rosmarino e le abbiamo messe in un unico vaso che fa bella mostra sulla ringhiera di uno dei nostri due balconi.

L'intenzione era di dar vita a qualcosa di più ampio ma ahimè il balcone più spazioso è baciato dal sole da mezzogiorno in poi ed in estate è davvero impossible piantarci qualsiasi cosa tranne i geranei.

Allora ci accontentiamo del nostro micro appezzamento che, spero presto, sarà seguito da un'altra altrettanto micro coltivazione.

A proposito di coltivazione, io sono stata felice di sapere che l'acqua di cottura delle verdure è un ottimo concime ricco di sali minerali e andrebbe somministrata alle piante ogni due settimane, i fondi di caffè forniscono azoto e la cenere della legna contiene potassio.

Tanto per essere ecologici a 360°!

28 aprile 2010

Blog Candy segnalibro marino di Bim Bum Beta

Oggi su Mammafelice ho trovato un post dedicato al Blog Candy proposto da Bim Bum Beta, che ha creato un bellissimo segnalibro e che ci regala anche un chiarissimo tutorial per imparare a farlo da soli!

Ehmmm io con la mia manualità riuscirei a fare una barchetta ritrovata dopo millenni passati nei fondali più oscuri... un relitto insomma!

Grazie 1000 a Bim Bum Beta e complimenti davvero perché il segnalibro è bellissimo!

Polipi porta tovaglioli

Prendendo spunto da Homemademamma, oggi, complice il temporale che ci ha impedito di passare il nostro tempo post-nido in giardino, abbiamo creato questi polipetti prendendo semplici rotolini di carta igienica




Per qualcuno Tia ha solo collaborato, ma uno l'ha proprio fatto da solo! Vi sfido ad indovinare quale!

Invece della solita forbice ne abbiamo usata una a zig-zag e abbiamo colorato le nostre creature marine con semplici pennarelli.

Quando poi è arrivata l'ora di cena abbiamo pensato di portare i nostri nuovi amici a tavola con noi e sono diventati dei portentosi porta-tovaglioli. Gli unici al mondo che ci consentono di mantere in posizione eretta i tovaglioli! Tzè!




... modello brevettato!

27 aprile 2010

Oggi ho imparato... una poesia

I bambini imparano ciò che vivono


I bambini imparano ciò che vivono,

se un bambino vive nella critica impara a condannare,

se un bambino vive nell’ostilità impara ad aggredire,

se un bambino vive nell’ironia impara ad essere timido

se unbambino vive nella vergogna impara a sentirsi colpevole

se un bambino vive nella tolleranza impara ad essere paziente

se un bambino vive nell’incoraggiamento impara ad avere fiducia

se un bambino vive nella lealtà impara la giustizia

se un bambino vive nella disponibilità impara ad avere fede

se un bambino vive nell’approvazione impara ad accettarsi

se un bambino vive nell’accettazione e nell’amicizia impara a trovare l’amore
nel mondo .

(doret’s law nolte)

26 aprile 2010

Il primo della stagione...

Ieri è stata una domenica all’insegna de “il primo della stagione…”

Abbiamo caricato le bici in macchina e ci siamo diretti da NonnoSeggio e Nonnadiana per un bel pranzetto in compagnia e a pensare a dove poter fare il primo un giro in bici della stagione.

Scartando i percorsi asfaltati per la città, abbiamo optato per fare il primo giro al Parco Sempione della stagione.

Nel breve tragitto dalla casa dei nonni il nostro piccolo eroe ha fatto in tempo a farsi una sana pennica ristoratrice, anche perché la ricerca di un parcheggio è stata mooooolto lunga.

Alla fine abbiamo trovato un buco all’Arco della Pace.

Giù le bici, sveglia il piccolo, caricalo sul seggiolino sulla bici di papà e via! Mamma si porta dietro la solita borsa alla Mary Poppins completa di cambio bimbo, salviettine, acqua, gommoselle, fazzoletti di carta, macchinina-moto-trattorino da viaggio, portafogli e cellulare. Insomma, il minimo indispensabile per la sopravvivenza.

Indescrivibile la quantità di persone che abbiamo trovato: a piedi, in bici, coi monopattini, da soli, a coppie, in gruppi, con figli, senza figli, giovani, medi e vecchi, con o senza cani, eleganti, a petto nudo, con gli infradito, col copricostume… c’era di tutto e di più.




Con le nostre belle bici siamo arrivati all’entrata del Castello Sforzesco, abbiamo attraversato la Corte Ducale e siamo sbucati in Piazza Castello dove ci attendevano due poliziotti su cavalli bianchi e la grande fontana che Tia è corso subito a vedere e toccare, ovviamente.

Siamo rientrati al parco e ci siamo fermati un po’ ad ascoltare il primo “tradizionale” concerto di bonghi della stagione che si svolge in un piccolo anfiteatro che sembra proprio fatto apposta. Ci siamo seduti qualche minuto a lasciarci deliziare dai ritmi tribali.



Dopo questo breve riposo riprendiamo le bici e andiamo in uno dei numerosi baracchini a prenderci il primo gelato della stagione. Io e Homer J. scegliamo un bel Love Chocolate, mentre il piccolo goloso preferisce il classico Cremino. Ha trovato davvero deliziosa la copertura di cioccolato, mentre credo fosse solo passabile il gelato al fior di latte all’interno. Homer J. “e va bene mamma dai, qualcuno doveva pur finirlo. Eh!”



Fatta la merendina abbiamo pedalato direttamente all’area giochi: una serie di altalene, animaletti dondolanti e quello che Tia preferisce in assoluto: gli scivoli! Bassi, alti, dritti, ondulati uniti da un corridoio fatto di legno con varianti tipo ponti tibetani, arrampicamenti con le corde, salite, discese. Ce n’è per tutti i gusti e non sto a descrivervi l’affollamento.

Il nostro eroe era incontenibile, faceva la fila per scendere dagli scivoli, attendeva con impazienza incitantd chi stava davanti a lui a darsi una mossa. Aiutava bambini grandi il triplo di lui a salire con le corde, è stato aiutato a sua volta a superare il ponte tibetano.

Dopo gli scivoli siamo andati a vedere il trenino che fa un breve giro tra Puffi e Sette Nani, passando sotto una mini galleria.

Ma in fondo chissenefrega del trenino! Ci sono le macchinine che vanno a gettoni. Sale con papà a fare il primo giro sulle macchinine della stagione. Dovevate vedere l’espressione terrorizzata di papà: si stava svolgendo una gara senza regole e giustamente Tia voleva gestire il volante in autonomia. Non vi dico! Ma Homer J. ne è uscito vivo.

E’ stata dura far scendere Attila dopo 2 giri… ma alla fine siamo riusciti a farlo rimontare in bici a fare un ultimo giro prima di tornare a casa.

Finalmente la prima domenica primaverile della stagione!

Pasta con gli asparagi 2, la rapida

Sì sì lo so, avevo già postato una ricetta di pasta con gli asparagi

Il problema è che sono una cultrice del consumo di frutta e verdura di stagione.

Inutile dire che le stagioni che preferisco anche per questo motivo sono proprio la primavera e l’estate ed in questo periodo che sono tornati gli asparagi me ne prendo un bel mazzetto una volta alla settimana.

Ovviamente mi rifiuto di farli sempre allo stesso modo e sono alla continua ricerca di nuovi modi di cucinarli.

Nel mio peregrinare sul web ho trovato questa ricetta straveloce, strasemplice, strabuona: il mio ideale!

Il trucco sta nel cuocere gli asparagi insieme alla pasta.

Ve la propongo proprio come l’ho trovata su Cazzarole!

PASTA AGLI ASPARAGI 2 IN 1

Per 4 persone

Mettete al fuoco una pentola d'acqua piuttosto grande.

Mentre si scalda, pulite 1,5kg di asparagi, mettendo in salvo i primi 4cm di punta e riducendo il resto del gambo a rondelline piccole, larghe 1cm circa, ma proseguendo solo per altri 3cm e poi basta. Io ne ho utilizzati molti di più, ho eliminato solo la parte dura.
Quando l'acqua bolle, salatela poco più del solito e buttateci i pezzetti di asparago.

Date 5min di cottura e poi aggiungete 240g pasta, in un formato corto che ci impieghi una decina di minuti e non di più (se ce ne mette di più, buttatela prima: in tutto gli asparagi devono cuocere al massimo 15min, dopo si disfano).

Per il condimento avete due opzioni:
· un pezzo di burro sciolto a fuoco dolce, e completato da una bella spolverata di parmigiano;
· un filo d'olio buono, accompagnato da un etto scarso di feta sbriciolata.

Nel primo caso, scolate pasta e asparagi insieme e fateli saltare brevemente in padella; aggiungete il formaggio e meravigliatevi.
Nel secondo, scolate il tutto in una terrina bella grande, sbriciolatevi su la feta e fate finta di essere a Santorini.

Io l'ho condita con burro e parmigiano e la prossima volta toccherà a olio e feta!

Buon appetito!

25 aprile 2010

A spasso con i miei

Oggi vorrei segnalarvi un nuovo sito che mi ispira molto e che ho deciso di seguire assiduamente.

E' appena nato, ma mi ha già dato degli spunti entusiasmanti per passare dei weekend e delle vacanze divertenti ed originali a spasso con i miei.

Il sito si chiama proprio A spasso con i miei e vi regalerà spunti per vacanze, weekend o semplici giornate da godervi con i vostri bambini.

Alcuni esempi di cui io vorrei approfittare al più presto:

Giro Libero: per tour totalmente organizzati in bici in oltre 100 mete europee e mondiali

Ferrovie Turistiche Italiane: qui i protagonisti sono treni d'epoca ed il sito fa l'esempio di un bellissimo giro che comprende trasporto in treno d'epoca tra Bergamo e Brescia e trasporto in battello comprensivo di pranzo a bordo sul Lago d'Iseo. Questo è un piccolo tour che impegnerà una delle nostre prossime domeniche.

Noi amiamo viaggiare e cambiare aria il più spesso possibile!

E' recente la nostra decisione di passare fuori città un weekend al mese e speriamo di mantenere questa nostra promessa sfidando la stanchezza che spesso ci assale per via della faticosa routine di tutti i giorni.

A spasso con i miei, con tutti i suoi spunti, sarà un incentivo a partire seguendo i consigli che troveremo utili e dandone a nostra volta in base alle nostre esperienze!

23 aprile 2010

Oggi ho imparato... a fare la cameretta homemade

Ah! Che meraviglia la creatività!

Guardate che spettacolo questa camera homemade fatta da WhiMSy, che ho conosciuto grazie al Mercatino dei Piccoli.

Basta davvero poco: del cartone, un paio di forbici, dei pennarelli e poi tanta fantasia e creatività!

WhiMSy l'ha pensata per creare una cameretta temporanea riciclando i cartoni utlizzati durante un trasloco, ma sarebbe bello pensare ad una cameretta homemade per i nostri bimbi prima che arrivi il momento di comprare quella “definitiva”.

E che bello poterla cambiare come e quando vogliamo, in base ai loro gusti e alle loro passioni, aiutati dalle loro abili manine!

Se poi trovate degli spazietti un po’ spogli in casa vostra, perché non abbellirli con un pezzo di arredo esclusivo?!


Qui e qui troviamo dei tutorial per creare in casa complementi d'arredo con del cartone!

22 aprile 2010

Le 10 e più cose da fare per l'Earth Day Every day

Mammafelice ci ha suggerito 10 consigli ecologici per questa giornata della Terra.

Alcuni sono già in uso nella nostra famiglia da molto tempo, per altri dobbiamo attrezzarci:

1. sostituire le vecchie lampadine con nuove lampadine a risparmio energetico - OK!

2. inserire i rompigetto nei rubinetti di casa, per risparmiare acqua - OK!

3. piantare un vaso di erbe aromatiche sul balcone o sul davanzale - MANCA

4. fare la spesa solo con borse di tela riutilizzabili - OK!

5. rinunciare ad almeno un detersivo industriale, a favore di prodotti naturali come aceto, acqua, bicarbonato…- OK!

6. apparecchiare la tavola usando tovaglioli di stoffa, bicchieri di vetro e piatti di ceramica, abbandonando le stoviglie usa e getta - DOVRO' ELIMINARE I TOVAGLIOLI DI CARTA..

7. fare almeno un pasto no-cook con frutta e verdura crude, senza dover accendere i fornelli - OK!

8. bere acqua del rubinetto filtrata con le apposite caraffe - OK!

9. eliminare la pellicola per alimenti, il cellophane e l’alluminio, e usare solo contenitori di vetro/plastica con coperchio - MI STO ATTREZZANDO

10. fare un pic-nic stando a piedi nudi sul prato - EH QUESTO MANCA....

In questo post avevo segnalato le piccole cose ecologiche che facciamo ogni giorno in famiglia.

Mancano nella lista le bollette in formato elettronico che ci facciamo arrivare dai fornitori di utenze quali telefono, gas ed energia elettrica.

Da tutti coloro che hanno parteciapto all'iniziativa di Mammafelice ho imparato che ci sono davvero un'infinità di cosucce semplici che possiamo fare per la Terra e per noi stessi e che diventeranno di uso comune anche per noi.

Ecco il nostro Earth Day

Ecco uno dei modi con cui abbiamo deciso di dedicare alla Terra questa giornata.

In questi giorni ci siamo dedicati un po' al bricolage e abbiamo creato:

un prato con fiori, piante e una bella ape con la sua comoda arnia, il tutto scaldato da un sole raggiante.

Abbiamo scaricato dal web, colorato e ritagliato delle immagini che abbiamo poi incollato su un foglio di carta da regalo verde ritagliato "a colline".



Abbiamo poi colorato e fatto volare delle belle farfalle, rubando l'idea a Homemademamma.
Le abbiamo ritagliate su carta da forno e le abbiamo colorate con pastelli a cera e tracce di pennarello. Poi le abbiamo infilate con ago e filo e le abbiamo appese, anche loro vicine ai nostri bucolici quadretti.



Abbiamo colorato delle belle api prese da qui. Io avevo suggerito di farle svolazzare in giro per tutta la casa, mentre Tia ha preferito formare un bello sciame che vola dritto verso i prati fioriti dei nostri quadretti



Infine abbiamo dedicato un posto speciale alla nostra Terra




La cosa che però preferiamo fare in questo periodo è passare più tempo possibile all'aperto, nel nostro giardino o al parco, a giocare e alla ricerca di insetti e fiori da scoprire e osservare.

Per noi sarà comunque Earth Day Every Day e cercheremo sempre, nel nostro piccolo, di vivere in armonia col nostro mondo.

21 aprile 2010

Oggi ho imparato... a cucinare pipe e asparagi

Oggi vi delizio con una ricettina tutta primaverile, rubata da una di quelle riviste che danno gratuitamente nei supermercati.

PIPE RIGATE AGLI ASPARAGI

(per 4 persone)

Ingredienti:


350 gr di pipe rigate

4 cucchiai di olio d’oliva

20 asparagi

20 pomodorini ciliegia

100 gr. di parmigiano

4 foglie di basilico

1 cucchiaio di aceto balsamico

Sale e pepe

Procedimento:


far cuocere la pasta al dente e farla saltare con un cucchiaio di olio d’oliva.

mettere il pepe e far raffreddare in un’insalatiera

nel frattempo far bollire gli asparagi con un pizzico di sale grosso

tagliare le punte di asparagi a circa 5 cm di lunghezza

lavare i pomodori, tagliarli in due e fargli perdere l’acqua in eccesso

tagliare il parmigiano in scaglie.

unire alla pasta i pomodori e le foglie di basilico tritate grossolanamente

unire gli asparagi

a parte preparare la vinegrette con olio e aceto balsamico

mescolare il tutto e decorare con pezzetti di parmigiano

Buon appetito!!

20 aprile 2010

Oggi ho imparato... che voglia di vacanza!!!

Tia ha due passioni ben precise: Popolino (quello che tutti noi chiamiamo Topolino) e la macchine.

Ultimamente purtroppo sta sviluppando un certo interesse anche per il calcio, da me poco gradito, ma tant'è.... Chi sono io per soffocare sul nascere le passioni di mio figlio!? Eh!

La sua passione delle macchine l'ha portato sin da quando era più piccolo a crearsi delle piste complicatissime fatte di colline, montagne, curve e rettilinei fatti di giornali, libri, pacchetti di fazzoletti di carta, pennarelli e matite, confezioni di uova vuote. Insomma, tutto quello che trovava in giro diventava una pista.

A Natale non abbiamo nemmeno pensato a cosa regalargli. L’acquisto del tappeto-gioco dell’Ikea è stato automatico.

Su questo tappeto c’è una bella strada che porta a varie destinazioni: il campo da calcio, un quartiere residenziale, il centro commerciale, il mare con tanto di spiaggia, igloo e balena, un distributore di benzina, un circo, le montagne, il deserto, il vulcano, un castello. Insomma: c’è tutto un mondo e oltre.

Da dicembre ad oggi questo tappeto è il suo regno: quando non dorme, non mangia e non fa lavoretti, non è al nido o in giardino, o ad aiutare me in cucina o a stendere, o a cavallo della sua moto o della sua macchina a scorrazzare a tutta velocità facendo il giro di tutta la casa, lo trovate lì a far andare macchine, camion e moto sul suo bel tappeto-pista.

Lo trovate da solo o in compagnia (mia e di Homer J di solito) a fare gare o semplici scampagnate con tutti i mezzi che ha a disposizione. Passa dal vulcano al centro commerciale con una semplicità disarmante.

Beh, l’altra sera il mio piccolo fantasioso eroe ha trovato un nuovo utilizzo per il suo super-tappeto.

Ad un certo punto si è tolto pantaloni e mutandine e mi ha detto: mamma mamma, vado al mare! si è sdraiato bel bello al sole della spiaggia disegnata sul tappetino, proprio di fianco agli ombrelloni!

Beh ragazzi, inutile dire che quel giorno sono andata a letto ridendo, dopo ore.

E così ho imparato che anche a meno di 3 anni si può avere voglia di vacanza! Come dargli torto…



19 aprile 2010

Oggi ho imparato... che si può essere soddisfatti in due

Vi invito a dare guardare questo video insieme alle vostre dolcissime metà.

E' dificile riuscire a mettere d'accordo moglie e marito soprattutto quando si parla di calcio, almeno nel mio caso.... e allora è giusto che anche lorsignori gli uomini sappiano come ci sente di fronte ad appuntamenti di una noia mortale.

Sì sì sì!

Ora ci vorrebbe un'idea altrettanto geniale per educare anche la prole!

17 aprile 2010

Oggi ho imparato... a cucinare risotto con le fragole

Ecco una ricetta un po' particolare per preparare un buon risotto con ingredienti di stagione: le fragole!!

Troooooppo bbbuonooooooo!!

Ingredienti:

  • 350 gr. di riso
  • 300 gr. di fragole fresche
  • 1/2 cipolla
  • 1 bicchiere di vino bianco secco
  • 1 litro e 1/2 di brodo
  • 30 gr. di burro
  • olio d'oliva extravergine
  • sale

Preparazione:


lavare e scolare le fragole

tritare finemente la cipolla e farla appassire in un tegame con un goccio di olio d'oliva extravergine

unire il riso e farlo tostare per qualche minuto

bagnare con un po' di vino bianco

una volta evaporato, versare il brodo, continuando a mescolare.
quando mancheranno pochi minuti alla fine della cottura, unire le fragole a pezzi

mescolare e regolare di sale

unire il brodo
finita la cottura, unire eventualmente del burro prima di servire

non aggiungete il formaggio, poiché rischierebbe di copreire il sapore delle fragole

Buon appetito!!

16 aprile 2010

Oggi ho imparato... le bollette in formato elettronico

Facendo un po' di pulizia tra i files sul mio pc, mi è venuto in mente un altro semplice semplicissimo atto quotidiano che può essere svolto con un occhio di riguardo verso il nostro pianeta.

Lo so lo so non è divertente parlare di bollette... sono una piaga per tutti noi.

Avete mai pensato a quanta carta viene utilizzata per la stampa e l'invio di tutte le bollette che ognuno di noi riceve??!!

Noi abbiamo deciso di farcele arrivare via mail.

In questo modo possiamo salvarle senza stamparle evitando uso di carta e di inchiostro e, perché no, le spese di spedizione.

Contattate i vostri fornitori di energia elettrica, riscaldamento e telefonia e fatevi arrivare anche voi le bollette in formato elettronico!

Oggi ho imparato... a fare un fiocco con carta di giornale

Giorni fà era il compleanno di Homer J.

Come dolce io e Tia abbiamo preparato una bella ciambella al cioccolato che ci è venuta bella alta ma soprattutto sofficissima!

Poi abbiamo pensato ad incartare il regalino.

Abbiamo usato una bella carta blu abbellita da un bel fiocco colorato fatto da noi!



L'dea l'abbiamo rubata a MayaMade, ovviamente noi non eravamo dotati delle superforbiciultraaccessoriate che vedete nella descrizione del procedimento, però ce l'abbiamo fatta lo stesso.

ABC Hobby propone una tecnica diversa

e How About Orangeun'altra dimostrazione

Poi come carta regalo possiamo utilizzare carta regalo precedentemente ricevuta (io lo faccio sempre!) o la carta di giornale, la carta delle uova di Pasqua di cui ci siamo riempiti la casa solo qualche giorno fà.

Così anche i nostri compleanni e i prossimi Natali saranno occasioni per festeggiare un Earth Day Every Day!

15 aprile 2010

Oggi ho imparato... il riciclo divertente

Festeggiamo l'Earth Day every day!

Ci sono tante cose creative, divertenti e utili che possiamo fare ogni giorno dell'anno:

Porta mangime per uccelli fatto col cartone del latte

porta riviste con scatola cereali

contenitore per i crocchini del gatto con flacone detersivo

La Ludoteca del Riuso fa degli esempi di riuso creativo

Senza dimenticare attività a cui in casa ci siamo già dedicati, come il riutilizzo di tubi di cartone, dei supporti delle uova di Pasqua e ospitare i nostri fiori in vasi alternativi

Buon riciclo!!

Oggi ho imparato... altri 10 cambiamenti ecologici


In questi giorni fervono i preparativi per l' Earth Day.

Tutti ci stiamo dando un gran da fare per poter migliorare l'atteggiamento di ognuno di noi rispetto all'ambiente.

E' bello poter condividere i propri buoni propositi con gli altri!

Mammafelice ha lanciato una sfida: mettere in pratica 10 semplici cambiamenti ecologici.

Appuntamento proprio il 22 aprile per un confronto e per dire IO CE L'HO FATTA!

Io sono ben contenta di aggiungere le sue proposte ai miei contributi quotidiani per l'ambiente e non vedo l'ora di leggere delle nuove proposte da mettere in pratica!

La sfida è aperta!

Oggi ho imparato... a festeggiare la Terra

Il 22 aprile si festeggia la Giornata Mondiale della Terra, che si festeggia fin dal 1970 (finalmente ho trovato qualcosa che ha più anni di me!!), grazie ad un’idea avuta da un senatore del Wisconsin che già allora cominciava, giustamente, a preoccuparsi per l’ambiente.

Ci sono molte attività da dedicare a questa giornata insieme ai nostri bimbi:

un libricino (in inglese) da colorare e ritagliare con delle semplici regolette per salvaguardare l’ambiente nel nostro piccolo e delle belle etichette per la raccolta differenziata

un racconto dedicato ad un gabbiano

ed uno dedicato ad uno stagno

ci sono disegni da colorare

su E-coloriage troviamo consigli... da colorare (uno più bello dell'altro!!), con cui ho pensato di fare un bel libricino da tenere!

Il mondo di Milli offre giochi, iniziative e addirittura ricette dedicate al mondo delle api, creaturine indispensabili per il nostro ecosistema

ci sono iniziative divertenti come la sostituzione dello scuolabus con un più divertente Piedibus

Homemademamma ci propone come sempre un sacco di bellissime idee


La nostra famigliola cerca di dare un piccolo contributo quotidiano alla salvaguardia dell’ambiente, anche il nostro piccolo Tia si dà molto da fare in questo senso:

- siamo ligi per quanto riguarda la raccolta differenziata

- appena usciamo da una stanza ci preoccupiamo di spegnere le luci

- chiudiamo l’acqua non appena abbiamo finito di utilizzarla

- acquistiamo elettrodomestici e lampadine a basso consumo

- ci piace riciclare per giocare e fare altre attività

- ci siamo dati alla piantagione di alberi nel Borneo

- cerchiamo di essere ecologici anche in vacanza

- quando è possibile andiamo a piedi

- mangiamo frutta e verdura di stagione

- utilizziamo i fogli di carta fronte/retro

- al supermercato ritulizziamo le buste di plastica all'infinito

- prendiamo frutta e verdura sfuse

… insomma, diamo il nostro piccolo contributo.


Voi cosa fate di bello per l'ambiente?

14 aprile 2010

Oggi ho imparato... ehmmm... che fiore è questo?


Ehmmm... qualcuno sa per caso che fiori sono questi?

Sono arrivati a casa per caso e vorrei scoprirne il significato.

Mi aiutate?

Oggi ho imparato... il significato dei fiori di casa



Rieccomi a parlare dei fiori che in questo periodo primaverile colorano la nostra casa.

Oltre alle margeritine, in questi giorni sono venuti a farci compagnia anche dei bellissimi tulipani

I bulbi arrivano direttamente da Amsterdam, regalino da parte della mia sorellina che ci ha passato qualche giorno.

Li abbiamo piantati in inverno e appena è uscito un po’ di calduccio eccoli spuntare allegri e colorati.

Ho fatto una piccola ricerchina per conoscere il significato delle nostre composizioni e ho scoperto che:

il tulipano rosso significa dichiarazione d'amore

il tulipano giallo significa che c'è il sole nel tuo sorriso

il tulipano violetto è significato di modestia

la margherita è simbolo di semplicità e purezza.

Mi piacciono molto come messaggi da esprimere nella nostra casetta.



13 aprile 2010

Oggi ho imparato... tale padre tale figlio

Ecco.

Sapevo che prima o poi sarebbe successo...

L'altra sera i miei due bambini, quello di 36 e quello di 3 anni, si contendevano i tiri in porta giocando a Fifa10 con la XBox.


Ero in cucina e sentivo:

tocca a me! tocca a me!

Ma no! Tu hai appena tirato! Adesso tocca a me!

Noooo! Io iooooo!!! Mammaaaaaaaa

Dai va bene, facciamo un tiro in porta per uno, ok? Comincio io!


Hanno trovato un giusto compromesso, ma difficile da mantenere, la discussione è andata avanti fino al richiamo: è prontoooooo!!!


Allora papà ha cercato e trovato la soluzione ideale: ha comprato un nuovo controller (oddio come sono diventata tecnica!)



Quindi invece di uno per tutti tutti per uno, siamo passati a uno per uno non fa male a nessuno.

12 aprile 2010

Oggi ho imparato... il valore delle ecofoglie

Ecco quella che mi sembra una bella iniziativa, da brava ecologista-non-sfegatata.

Se avete voglia di realizzare il vostro desiderio di cambiare aria, perché non pensare ad una vacanza ecosostenibile?

EcoWorldHotel è il primo Gruppo in Italia di alberghi e bed&breakfast eco-sensibili ad adottare una filosofia innovativa e originale volta alla salvaguardia dell’ambiente.

Le strutture che entrano a far parte di questo gruppo devono soddisfare almeno 15 requisiti obbligatori che determinano l'ottenimento di 1 ecofoglia.

I requisiti facoltativi sono circa 65 e determinano l'ottenimento di 5 ecofoglie.

Qui potete cercare la struttura che più vi ispira (nei dettagli trovate la descrizione della struttura selezionata), nella zona di vostro interesse, verificare disponibilità e prezzi ed effettuare la prenotazione.

Noi, come proposito primaverile, abbiamo intenzione di dedicare un weekend al mese alla fuga dalla città e approfitteremo di alcune di queste strutture

Oggi ho imparato... a piantare un albero nel Borneo

Ragazzi finalmente abbiamo adottato!!

Sì sì abbiamo adottato un bellissimo e, per ora, piccolissimo albero che crescerà sull'Isola di Lombok, separata dalla famosa Bali dallo Stretto di Lombok.

Non è fantastico!?

L'associazione My Baby Tree, in collaborazione con WWF e Google, con una donazione di $ 8,99, provvede a piantare per noi un albero sull'isola del Borneo!

Una volta effettuata la donazione, abbiamo ricevuto una mail con le coordinate latitudinali e longitudinali di dove è stata piantata la nostra creatura e grazie a Google Earth possiamo gioire dei progressi del nostro alberello vedendolo crescere!!

Che ne dite? non è una bella idea per fare un regalino a chi amate?

10 aprile 2010

Oggi ho imparato... a giocare coi rotoli di cartone

Signore e signori, ecco a voi il motivo per cui i rotolini di carta igienica e di asciugatutto ormai ridotti all'osso non devono assolutamente essere buttati, nemmeno nell'apposito contenitore della raccolta differenziata!

Vi serviranno nei giorni di pioggia da passare in casa coi vostri adorati figlioletti.

Il web è pieno di persone che, ispirate da questi tubi di cartone, ci propongono idee tutte da provare!

Ecco alcuni esempi:

degli imballi per regalini

delle decorazioni per pareti

delle ghirlande

addirittura delle ghirlande innamorate

delle scatoline a forma di cuore

un castello da fare invidia ad un re

dei topolini

dei teneri polipetti

Alessia è una vera specialista del settore!

Se avete altre idee sono le benvenute!

9 aprile 2010

Oggi ho imparato... che la mia seconda casa è sempre bella

Per Pasqua siamo stati tre giorni in un posto che adoro certamente per la bellezza dei posti, ma soprattutto per tutto quello che questo luogo mi trasmette.

Siamo andati in Trentino, più precisamente in Val di Fiemme e ancora più precisamente a Tesero, ridentissimo paese montano che io considero la mia seconda casa..

Ho passato lì tutte le mie vacanze con mamma e papà fin dagli anni '70. Lì ogni anno incontro persone che non sono amici, sono la nostra seconda famiglia. Persone splendide a cui siamo legati da un affetto profondo.

Mattia ha passato proprio a Tesero la sua prima vacanza, alla veneranda età di 2 settimane e cerco di portarlo lì tutti gli anni, anche solo x un fugace weekend.

Siamo partiti venerdì nel pomeriggio, cioè una volta terminato il buffetpiùlungodelmondo del commovente addio di Homer J. ai suoi vecchi colleghi.

Siamo arrivati sui monti giusto giusto all'ora di cena. Durante il viaggio Tia ha rischiato di essere abbandonato in Autogrill solo una volta (da record!), durante una crisi isterica alla Spartacus (la rivolta degli schiavi): ad un certo punto ha deciso che le cinture del seggiolino lenivano la sua voglia di libertà. Sopravvissuti tutti, ma proprio tutti, alla crisi, siamo giunti a destinazione e con gli avanzi del pantagruelico rinfresco abbiamo sfamato non solo la nostra famigliola, ma anche nonni e zia che ci attendevano trepidanti, non tanto perché non vedessero l'ora di vederci, quanto per la fame. Noi avevamo chiuso un po' il buchino dello stomaco con una provvidenziale e dietetica merenda da McDonald's.

Dopo un meritato riposo, la mattina dopo Tia se n'è andato con la sua adorata zietta (amore corrisposto all'esagerazione) a prendere brioches fresche per tutti (direi quindi che anche la prima colazione è andata alla grande).

Dopo questa lauta colazioncina, siamo stati invitati a pranzo dai notri carissimi amici che ci hanno accolti con vassoiate di canederli (oltre alla ricetta che vi ho indicato, provateli al formaggio con burro fuso... direte basta solo quando vi sentirete costretti a slacciarvi i jeans). La successiva pennica è stata una pura necessità.

Una volta svegli non ci è rimasto altro che pensare alla merenda... ehmmm... fortaie dette anche strauben? Che ne dite? Si va?? Eh va bene dai andiamo, d'altronde la merenda si dovrà pur fare...






Ovviamente Tia ha apprezzato ogni sfumatura della cucina tipica e poi si è dedicato ad una bella passeggiata sulla neve.



E' giunta l'ora di un sano giro in paese per lo smaltimento, quindi ci apprestiamo a fare un giretto per il piccolo centro di Tesero con l'immancabile sosta ginnica al primo parchetto che incontriamo.










Il giorno dopo era Pasqua e la mattina è stata dedicata alla caccia alle uova per tutta la casa. Ogni volta che Tia ne trovava uno sembrava aver trovato un tesoro preziosissimo e si è divertito davvero tanto.

Dopo lo scarto delle uova alla scoperta dei regalini e gli assaggi dei vari tipi di cioccolato, ci siamo dedicati alla pittura e abbiamo colorato un po' di disegnini Pasquali che abbiamo poi ritagliato e appeso in giro per casa.

A questo punto cominciava a brontolare un po' lo stomaco (maròòòò ancoraaa???? ebbene sì!) e siamo andati tutti (eravamo in 19!) a mangiare all'Agritur Maso Zanon, molto accogliente che propone piatti fatti in casa con ingredienti di produzione propria, dagli affettati alla carne.







I grandi si sono profusi in chiacchiere, visto che non ci si vedeva da mesi ed i più piccoli si sono divertiti con i giochi a disposizione all'aperto e con gli animali (mucche, cavalli, asini, oche, galline) pronti ad intrattenere visitatori di ogni età.

La mattina dopo abbiamo fatto 4 passi per Cavalese alla ricerca di un regalino per un'amica che compiva gli anni proprio quel giorno.

Dopo pranzo però è arrivato il momento di salutare i nostri monti e tornare nel nostro grigiore. Uff.

Tesero aspettaci! Torneremo prestooo!!!

Oggi ho imparato... a riciclare i porta uova di Pasqua

Torniamo al riciclo Pasquale.

Ed ecco qui le nostre piantine di lenticchie traslocate nei porta uova di Pasqua, quegli accessori di plastica che tengono in piedi le uova ancora incartate.

Le abbiamo lasciate nei gusci dove sono nate per non farle sentire sole e abbiamo coperto tutto con un po' di terra.

Li abbiamo bucati in fondo con una forbice per far passare l'acqua in eccesso quando li innaffiamo e li abbiamo abbelliti con nastro blu di quello che si usa per incartare i regali.

Come sottovasi abbiamo preso di piattini colorati.

Ora attendiamo pazientemente che diano i loro frutti.


8 aprile 2010

Oggi ho imparato... a portare in casa l'aria di primavera

Il giardino è pieno di fiori, le piante piene di boccioli pronti a farsi avanti.

In questi giorni, al ritorno dal nido, la temperatura mite ci permette di passare un bel paio d'ore in giardino per dedicarci alla vita all'aria aperta. Tia passa dal triciclo alla palla e tra un cambio di gioco all'altro mi aiuta a raccogliere margheritine, foglie di violette e fili d'erba.

Ieri abbiamo creato due belle composizioni che abbiamo poi messo in vasetti fai da te pieni d'acqua: due belle bottigliette di succo di frutta di quelli che beveva da piccolo (perché adesso è grande e non osate MAI accennargli il contrario, per carità!!) abbellite da fiocchi colorati (rimasugli di incarti di regali di qualche compleanno o Natale fà)

Eccole insieme alle nostre lenticchie all'uovo che crescono a vista d'occhio!!

Oggi vedremo di dare più spazio vitale alle nostre piantine che ormai sono troppo cresciutelle per rimanere nei guscetti.


E guardate che idee per fare vasetti di fiori homemade con

pvc

bottiglie e barattoli

cartoni del latte

Related Posts with Thumbnails